09 gennaio 2020

2020, l'anno del Classic Blue

Varcare la soglia del 2020 e immergersi in un profondo Blu. Questo l’augurio e la previsione del Pantone Color Institute che, ogni anno, individua le nuance protagoniste dei palcoscenici di fashion, design, food e make up, ma anche della nostra vita quotidiana. Lasciandoci alle spalle l’energia e la vitalità del Living Coral, è la volta di una sfumatura che infonde calma, fiducia e un senso di connessione: il Classic Blue − codice di identificazione 19-4052. Un colore che non è azzurro, celeste o turchese, non è elettrico né ceruleo, non è di Persia né di Prussia, non è cobalto, né acquamarina né zaffiro e non è nemmeno International Klein Blue. È Classic. Iconicamente classico – intramontabile e senza tempo –, irrimediabilmente elegante, semplice senza essere banale, rassicurante e finanche intelligente. Una tonalità di blu che invita alla riflessione, favorisce la resilienza, apre alla contemplazione. Non a caso, ricorda il cielo all’imbrunire e le profondità del mare. Classic Blue che, in interni e design, rappresenta un passo, per così dire, “out of the box”, fuori di casa, un ritorno alla natura, uno sguardo rivolto verso l’alto.

Alle soglie di una nuova era, intimoriti dalle tante emergenze naturali e sociali che ci troviamo ad affrontare, il Pantone Color Institute sceglie una tonalità onesta, non aggressiva, che invita alla conciliazione e alla concentrazione. Un colore che “ci incoraggia a guardare oltre l’ovvio per espandere il nostro pensiero, sfidandoci a pensare in profondità, ad ampliare la nostra prospettiva e ad aprire il flusso della comunicazione” racconta Leatrice Eiseman, Executive Director di Pantone Color Institute. “Viviamo in un momento che richiede fiducia e fede. Credo che questo tipo di costanza e di fiducia sia ben espressa dal Pantone 19-4052 Classic Blue, un blu solido e profondo su cui possiamo sempre fare affidamento”.

Una tonalità, in effetti, che, nonostante rientri nella gamma delle nuance fredde, sa essere calda, emotiva, empatica e commovente. Ed è immediato il rimando alla situazione mondiale. È tempo di trasformare un “vedere nero” oggi diffuso nel blu dell’armonia e della simpatia umana. Una richiesta (implicita) cui non solo designer e influencer ma anche noi cittadini nel 2020 siamo chiamati a rispondere.

#Pantone, #Leatrice Eiseman, #colore, #tendenze colore, #Classic Blue