26 gennaio 2021

A Pechino, il nuovo concept store di culto del design internazionale

In equilibrio tra concept store e galleria, ha recentemente aperto i battenti a Pechino un nuovo showroom, House of Wang, che si muove dichiaratamente sul confine tra arte e design, tradizione e contemporaneità, puntando su designer indipendenti di diversi background e nazionalità che hanno in comune la passione per l’alto artigianato e l’entusiasmo per l’innovazione. Un design selezionato e di alta gamma, tra Oriente e Occidente, che ambisce a offrire all’avventore nuove prospettive, visioni ed esperienze artistiche.

Nato da un’idea da Ruby Ren ed Eric Wang, assai noti e influenti nell’industria del design cinese, lo showroom sorge a Baofang Hutong, storico ma vivace quartiere nel centro della città, un tempo riserva di leopardi allevati per il divertimento dei reali della dinastia Ming, poi tipografia imperiale per i decreti degli imperatori Qing, oggi crocevia di artisti e sede di svariate attività culturali che lo rendono una destinazione alla moda e tappa obbligata per turisti e cittadini. Originari entrambi di Pechino, i fondatori hanno voluto dare il via a quest’avventura preservando e restaurando un pezzo di storia della loro città. House of Wang, infatti, si trova all’interno di una tradizionale “casa di corte” cinese, la cui ristrutturazione è stato affidata a due studi di architettura locali, SlowStudio e Dramaa, intervenuti per conferire un senso generale di coesione e armonia a quanto esposto e, contemporaneamente, realizzare ambienti in grado di valorizzare al meglio ogni singola collezione. Il risultato? Quattro interni ricchi di fascino in cui il calore del legno contrasta con il freddo scintillio del vetro e del marmo bianco di Carrara e, insieme agli altri materiali architettonici, fungono da sensuale backstage per i pezzi in vendita: oggetti che dialogano fra loro, coniugando arte e stile di vita, coltivando eleganza e raffinatezza.

A oggi,13 sono i brand e i designer rappresentati: Sé Collection, Ochre, Bethan Gray, Apparatus, Nada Debs, Apparatus Studio, Lee Broom, Omar Khan Rugs, Calico Wallpaper, Paola C, 1882 Ltd., Alexa Lixfeld, Corine van Voorbergen e Peter Yuill. Ma i fondatori, dotati di inesauribile curiosità e stimolati da una ricerca costante, sono pronti ad aprire le porte ad altri marchi e progettisti internazionali che condividano il valore dell’eccellenza con quanto già “in vetrina”. La selezione avviene in base al tasso di qualità, ecclettismo e ricercatezza che ogni pezzo esprime nelle forme e nei materiali; ognuno è rivelazione di un design autentico in grado di toccare le corde più profonde dell’animo.

Così, sull’onda del grande interesse per il design internazionale contemporaneo di lusso recentemente sorto in Cina, House of Wang si rivolge in prima battuta a interior designer, architetti e professionisti ma anche ad appassionati e collezionisti attratti dall’unicità ed esclusività dell’arredo. Non solo vendita al dettaglio, seppure luxury ed esperienziale, però. Lo spazio si presta anche all’organizzazione di mostre e workshop e vuole essere terreno di incontro e collaborazione tra designer e artigiani cinesi e internazionali. Già attivo un servizio di consulenza “tailor-made” grazie alla collaborazione con interior designer del calibro di Mim Design e Alix Lawson.

House of Wang
No.44 Baofang Hutong, Beijing, China

#design, #arte, #Pechino, #Ruby Ren, #Eric Wang, #concept store, #showroom, #House of Wang