04 giugno 2019

Giugno in agenda
Eventi, news, curiosità, oggetti, libri e tutte le novità in breve del mese

Addio a Pei: è scomparso a New York, a 102 anni, il celebre architetto sino-americano. Pritzker Prize nel lontano 1983, Pei è l’unico progettista contemporaneo che sarà ricordato per avere costruito una piramide, nel cortile del Louvre, a Parigi, nel 1989.

Tapio Wirkkala torna in laguna: fino al 29 settembre si potrà visitare a Murano, al Museo del Vetro, la mostra dedicata al grande maestro finlandese. Curata da Harri Koskinen e Marco Romanelli (con catalogo Corraini) la mostra si concentra sulla straordinaria produzione vetraria di Wirkkala, sottolineando la capacità di Tapio di progettare sia preziosissimi pezzi d’arte sia poetici “vetri quotidiani”.

In libreria Inventario n.14: torna, a un anno di distanza dall’ultimo numero, la rivista diretta da Beppe Finessi. Inventario, Compasso d’Oro nel 2014, è un progetto editoriale assolutamente unico: trasversale, asistematico, colto. In questo numero, imperdibile la visita al “Cretto” di Burri a Gibellina, la lunga intervista con Lorenzo Damiani e la fragile “mappa del mondo” composta con rotolanti biglie di vetro da Mona Hatoum.

Kounellis a Venezia: fino al 24 Novembre, alla Fondazione Prada presso Ca’ Corner della Regina, la prima grande retrospettiva dell’artista dopo la sua scomparsa nel 2017. Kounellis, maestro di straordinaria grandezza, merita di essere conosciuto in particolar modo, per il suo rapporto con la materia, da chiunque, a qualsiasi livello, pratichi il design.

Stefano Boeri scenografo: fino al 24 giugno, al teatro greco di Siracusa, Boeri propone il suo primo progetto di scenografia per “Le Troiane”, con la regia di Muriel Mayette-Holz. L’idea, di struggente poesia e alto contenuto morale, prevede di invadere la scena con 300 possenti tronchi di abete (scelti tra le migliaia abbattute dalla tempesta dell’ottobre 2018 sulle Dolomiti). Tra essi, si aggirano le donne dolenti-disperate di Euripide, a piangere tutte le guerre e i loro lutti. Un bosco che ci ricorda un’altra guerra e un’altra tragedia, nel Macbeth di Shakespeare.

Gianemilio, Anna e Piero Monti: ossia una famiglia di architetti che ha saputo esprimere, dal dopoguerra al 2012, l’essenza stessa del progettare milanese: composto, severo, assai “urbano”. In mostra, per la prima volta e fino al 28 giugno, allo Spazio Archivi Storici del Politecnico Bovisa in via Candiani, 72 (a cura di Fulvio Irace e Maria Teresa Feraboli).

A Bologna – Ex Africa: fino all’8 settembre, al Museo Civico Archeologico, in mostra oltre 250 pezzi che raccontano l’arte del continente nero, non solo attraverso una puntuale disamina storica, ma anche con precise incursioni nella contemporaneità. A dimostrare come l’Africa ci sia in qualche modo “madre”.

Michael Anastassiades – nuovo maestro: una grande antologica celebra, a Cipro sua terra d’origine, il progettista, inglese d’adozione, che ha cambiato per sempre le regole del lighting design. A Nicosia, fino al 20 luglio 2019, presso il NiMAC, “Things That Go Together”.

Tau - una lettera dell’alfabeto greco tra le dita: progettato da Giulio Iacchetti e imprevedibilmente prodotto da Danese, “Tau” è un anello unisex che non viene infilato al dito, ma calzato “tra” due dita (dove, ve lo assicuriamo, resta solidamente ancorato).

Le donne e il Bauhaus: nell’anno del centenario della fondazione della mitica scuola di design, tra le molte letture perché non approfondire il ruolo ricoperto dalle donne-progettiste? Ad esempio, attraverso un romanzo (Theresia Enzensberger, La ragazza del Bauhaus, Guanda) e un imponente volume (Patrick Rössler, Bauhaus Mädels, Taschen).

#agenda, #giugno, #evento, #mostra, #libro, #curiosità, #news, #prodotto, #I. M. Pei, #premio Pritzker, #Tapio Wirkkala, #Murano, #Museo del Vetro, #Marco Romanelli, #Inventario, #Beppe Finessi, #Compasso d'Oro, #Lorenzo Damiani, #Mona Hatoum, #Fondazione Prada, #Kounellis, #Venezia, #Stefano Boeri, #Spazio Archivi Storici, #Fulvio Irace, #Ex Africa, #Museo Civico Archeologico, #Michael Anastassiades, #Things That Go Together, #Tau, #Giulio Iacchetti, #Danese