03 settembre 2019

Par ici le Grand Paris

Sembra quasi un gioco, una caccia al tesoro nella Grande Parigi dove il premio finale è la scoperta di luoghi importanti, solitamente fuori dai circuiti turistici più tradizionali e consueti. E 43 sono gli indizi per andare sulle loro tracce. Un modo divertente e innovativo per creare continuità tra i territori urbani ed extra urbani e valorizzarne la complementarità.

E così, fino alla Nuit Blanche 2019, celebrata sabato 5 ottobre, Parigi verrà “invasa” da 43 cartelli segnaletici che indicheranno destinazioni fuori porta, non ancora sedimentati nell’immaginario della Grande Parigi, facilmente raggiungibili in bicicletta o con i mezzi pubblici, con tanto di distanza (fino a 88 km per arrivare, ad esempio, nella città medievale di Provins) e tempi di percorrenza.

Si scoprono così giardini, monumenti e luoghi di svago fuori città − e le loro affinità culturali e storiche con siti e edifici propriamente cittadini. Un invito a parigini e turisti ad andare oltre le periferie alla scoperta di tesori sconosciuti. Per amplificare le sinergie tra le persone, i quartieri, i mestieri, le iniziative sociali, culturali, economiche imprenditoriali e ambientali.

Un progetto (anche) di segnaletica metropolitana che vede collegate, fra gli altri, la basilica di Saint-Denis, necropoli dei re e delle regine di Francia, con Notre-Dame, la chiesa delle chiese (a 10 km una dall’altra); la foresta di Fontainebleau con i suoi 500 km di sentieri con la Coulée verte Renée Dumont, una passeggiata alberata nel 12° arrondissement; il paese di Auvers-sur-Oise, fonte d’ispirazione di importanti artisti tra cui gli Impressionisti con il Musée d’Orsay, una delle collezioni principali al mondo delle opere dei maestri dell’en plein air; il Musée de l’Air et de l’Espace, che espone due modelli di Concorde con il Musée des Arts et Métiers, che vanta l’Avion 3, una delle prime macchine volanti; e gli storici Giardini del Lussemburgo con il bellissimo Parco di Sceaux.

Vincitore del concorso FAIRE dedicato ai progetti urbani innovativi, “Par ici le Grand Paris” è un progetto a cura di Enlarge Your Paris e i Magasins généraux, centro creativo fondato dall’agenzia BETC a Pantin, ideato dal Pavillon de l’Arsenal con il Comune di Parigi, iniziato nel 2018 con le Guide des Grands Parisiens per favorire il sorgere di un immaginario tra Parigi e la sua banlieu, con il supporto della Cassa dei depositi e della casa automobilistica MINI.

www.paricilegrandparis.fr

#Parigi, #Grande Parigi, #turismo, #segnaletica metropolitana, #progetto urbano, #Saint-Denis, #Notre-Dame, #Fontainebleau, #Coulée verte, #Renée Dumont, #Auvers-sur-Oise, #Musée d’Orsay, #Musée de l’Air et de l’Espace, #Concorde, #Musée des Arts et Métiers, #Giardini del Lussemburgo, #Parco di Sceaux, #Mini